QUALE OLIO EXTRAVERGINE ABBINARE ALLA CARNE ROSSA?

Avete acquistato dal vostro macellaio di fiducia tagli di Garronese Veneta freschissimi, avete già ben chiara la ricetta, gli ingredienti sono pronti, ma vi sorge un dubbio: quale olio extravergine abbinare alla carne rossa?

L’abbinamento olio-cibo richiede attenzione e una conoscenza di base delle proprietà dell’alimento; creare combinazioni capaci di esaltare i sapori di un piatto o addirittura crearne di nuovi, facendo vivere al tuo palato esperienze gustative davvero uniche.
Un taglio di carne rossa richiama oli ben strutturati e dotati di un carattere deciso, come potrebbero essere quelli con un tono fruttato tra il medio e l’intenso o delle punte di amaro e piccante, piuttosto accentuate.
Oli che rispecchiano queste caratteristiche si trovano solitamente in Centro Italia soprattutto in Toscana o al Sud, Puglia in particolare.

Ovviamente non è solo il territorio di provenienza che determina le peculiarità e la sapidità dell’olio; importanza fondamentale ce l’ha anche la varietà di olive da cui è ottenuto.

L’olio extravergine non è un semplice accompagnamento, ma un elemento capace da solo di cambiare il volto di un piatto, gli conferisce gusto, rotondità e carattere.
La carne di manzo come la Garronese Veneta ha di suo una base ricca di sapore, bene quindi utilizzare un olio extravergine altrettanto saporito dallo spirito deciso, ricco di note fruttate e sapide.

Dimmi cosa cucini, ti dirò quale olio abbinare.

- Fettine di carne alla pizzaiola? Olio del Salento ottenuto da olive cellina o coratina di Nardò.
- Scaloppine al vino bianco? Olio profumato e fruttato, come i tipici toscani.
- Tartare di carne cruda? Se la condite con cipolla, capperi, prezzemolo, tuorlo, limone, sale e pepe, aggiungete anche un filo di olio mediamente fruttato come quelli dell’Abruzzo.
- Costate ai ferri? Olio del Molise o del Gargano fruttato medio.
- Lesso? Via libera ai fruttati intensi tipici dell’olio barese da olive coratina, erbacei e molto amari.

Quale olio abbinare alla carne rossa quindi?

La regola di base, anche per i meno esperti, è semplice: tenete presente la similitudine di sapore. Oli dal fruttato leggero armonizzano piatti delicati, oli piccanti con alimenti carichi di sapore e sostanziosi.

I commenti sono chiusi